“La libertà è, nella filosofia, la ragione; nell'arte, l'ispirazione; nella politica, il diritto.”

Accesso agli atti delle società partecipate

Il T.A.R. Emilia Romagna – Bologna, sez. II, sentenza n.169/2013 dispone che “in base all’art. 43 del T.U.E.L. il diritto di accesso ai documenti amministrativi e alle informazioni necessarie per valutare la correttezza e l’efficacia dell’operato dell’amministrazione comunale è riconosciuto a favore dei consiglieri comunali in funzione del proprio mandato elettivo.

Si tratta evidentemente di un diritto che trova il suo presupposto non nella generale previsione di cui agli art. 22 e ss della L. n. 241/1990 relativa all’accesso del privato ai documenti amministrativi, ma nella specifico potere di verifica e di sindacato che spetta ai componenti del Consiglio Comunale in forza della disciplina generale sugli enti locali e delle disposizioni dei singoli statuti.

Appare pertanto legittima in linea di principio la richiesta di un consigliere comunale volta alla conoscenza degli atti e della documentazione, concernenti una determinata attività di una società partecipata in forma minoritaria (-20%) al fine di tutelare, in via generale, i diritti derivanti dalla propria posizione di consigliere comunale e più in particolare di consentire la piena conoscenza di elementi e di informazioni utili all’espletamento del mandato.

Quanto al contenuto della richiesta essa va però limitata al rendiconto delle entrate e delle uscite connesse allo specifico progetto e cioè in sostanza al libro giornale dell’impresa per la parte attinente le operazioni compiute in tale settore di attività e quindi va respinta per ciò che riguarda tutte le fatture emesse, stante l’estrema genericità di tale formulazione.

In conclusione il ricorso va parzialmente accolto e per l’effetto va dichiarato il diritto del ricorrente all’esibizione della documentazione suindicata in copia cartacea oppure nelle altre diverse forme da concordare tra le parti”.

8891626622

Formulario degli atti negoziali con guida tecnica alla redazione

ORDINA